Museo Scientifico “G. Garibaldi” (Palermo)

 

Carta d’identità:

Indirizzo: Liceo Classico Statale “G. Garibaldi”, via C. Rotolo, 2 Palermo
Recapito telefonico: 091 589624
Eventuale sito web: http://www.museoscientifico.com/index.htm
Direttore/curatore/responsabile: prof. Donata Rindone.
Indirizzo: e-mail: info@museoscientifico.com
Il museo è aperto / chiuso al pubblico: aperto
Orario di apertura: Lunedì e venerdì dalle 10.00 alle 11.00; Martedì dalle 11.15 alle 12.15
Mercoledì dalle 11.15 alle 13.15; Giovedi. dalle 15.30 alle 17.30 (con l’eccezione dei giorni
di vacanza scolastica). Si fanno anche visite guidate.
Costo: nessuno
Ente di appartenenza: Liceo stesso.
Anno di fondazione: Il museo sorge nei locali predisposti dalla Provincia nella ristrutturazione conclusa nell'anno scolastico 2003/ 2004. L'allestimento è stato curato dal Centro Regionale Progettazione e Restauro (Ass. B.B. CC. AA. P.I.).
Il museo deve sostenersi economicamente oppure no? In parte, ma ha anche ricevuto fondi del Provveditorato agli studi di Palermo per la realizzazione di progetti sulla didattica.

 

Struttura:
Metri quadri totali del museo / collezione: Dato non pervenuto.
Di questi, metri quadri adibiti a spazi espositivi aperti al pubblico: idem.
Il museo dispone di una biblioteca (se si indicare i metri quadri): Sì, c’è una biblioteca ben fornita.
Il museo ha personale retribuito? No.
Quante persone sono impegnate nella gestionee organizzazione  del museo:
Il primo gruppo di lavoro, designato dal Collegio dei Docenti, coordinato dalla prof.ssa Donata Rindone, era costituito inizialmente dai professori: Maria Antonietta De Blasi, Renata Donatelli, Giovanna Federico, Anna Maria Pelligra, Lina Traina e Maria Cutrera (come membro aggiunto) e dall'assistente tecnico di laboratorio sig. Antonino Di Stefano; dall'anno 2000 ad oggi è costituito dalle prof.: Maria Antonietta De Blasi, Giovanna Federico, Rosa Micciancio, Anna Maria Pelligra e dall'assistente tecnico di laboratorio sig. Agostino Bruno, sempre sotto la direzione della prof. Donata Rindone.
 
Contenuti:
Indicare brevemente cosa contiene il museo / collezione:
Gli strumenti scientifici, che erano rimasti nei depositi del Liceo per lungo tempo, sono stati recuperati, catalogati e valorizzati dal gruppo di lavoro nato nel 1996, promosso dall'intervento della prof. Giorgia Foderà Serio, ex allieva del Liceo, già responsabile scientifico del Museo della Specola dell'Osservatorio Astronomico di Palermo e docente di Storia dell'Astronomia dell'Università di Palermo. L'attività di catalogazione degli strumenti, in parte smontati e spesso irriconoscibili, ha avuto carattere pionieristico, con un problema principale: quello di identificare gli strumenti tramite il registro d'inventario degli anni '20, unica fonte disponibile.
Il museo consta di tre ambienti dove sono collocati dodici armadi, un leggio, una lavagna dei primi del novecento, restaurati a cura del Centro Regionale di Progettazione e Restauro, quattro vetrine ed una pedana di nuova realizzazione su progetto e finanziamento dello stesso Centro e tre postazioni multimediali. Nei cinque armadi della stanza principale oggi sono esposti gli strumenti delle sezioni di Meccanica, Termodinamica, Elettromagnetismo; nelle vetrine vi sono i monotemi di Chimica, Microscopia, Stereoscopia e della macchina di rotazione con i suoi accessori; la sezione di Geografia si trova invece sulla pedana. Nel terzo ambiente vi sono: la biblioteca, le postazioni multimediali e il deposito di alcuni degli strumenti.
Per la sezione di chimica:
Numero di oggetti e strumenti: circa 40.
C’è una collezione storica? Sì, molti oggetti hanno valore storico.
Ci sono collezioni private? No.
Ci sono spazi interattivi? No.
Esperienze di laboratorio per i visitatori? Sì.
Ci sono pannelli esplicativi? Sì
Ci sono spiegazioni e/o didascalie degli oggetti?Sì, molti degli oggetti sono catalogati e mostrati sul sito, con foto, spiegazione e storia.
Prevale la componente oggettivistica o il materiale cartaceo?Oggetti.
 
Rapporto con l’esterno e/o con il pubblico:
Il museo svolge attività didattica? (se sì, indicare cosa propone) Il museo ha promosso diversi progetti, che hanno avuto come destinatari le alunne e gli alunni delle ultime due classi del liceo: sono strutturati come laboratorio e hanno come finalità l’acquisizione della competenza relativa alla formulazione di schede di catalogazione di strumentazione antica scientifica e la promozione della fruizione museale. È nostro intento fare diventare il “Museo Scientifico” del liceo un centro di riferimento attrezzato a svolgere orientamento, favorendo la formazione del senso di appartenenza, l’identità storica sociale e territoriale oltre che personale. I resoconti delle attività didattiche del museo sono scaricabili sul sito del Museo dal 1999 a oggi.
Il museo organizza iniziative, mostre ed eventi? (se sì, indicare) Sono tutte dedicate alla didattica.
Quale è il numero di visitatori medio? (mensile o annuale) Dato non pervenuto.

Home